giovedì 2 marzo 2017

QUANDO LE QUERELE TORNANO AL MITTENTE.....

Federcontribuenti Italia, Associazione senza scopo di lucro che si pone come obiettivo la tutela dei contribuenti, dei consumatori e delle imprese, è da sempre accanto al Comitato 16 Novembre, supportandolo nelle sue battaglie.
E' successo  anche  in occasione della querela presentata, nel 2012, dal Sig. Mezzatesta Fabrizio alla Vice Presidente del Comitato 16 Novembre Mariangela Lamanna.
Il Sig. Mezzatesta querelò quest'ultima per una esternazione della stessa, ritenuta offensiva.  

Federcontribuenti schierandosi al fianco della VP Lamanna, pubblicò il seguente articolo:


La querela, a carico del Vice Presidente del C16NO è stata archiviata. 
La Lamanna, sottoposta ad interrogatorio insieme ad altri componenti del Direttivo del C16NO,  ha dovuto difendersi e dimostrare, invece, di aver subito più volte attacchi pesanti da parte del Sig. Mezzatesta, sporgendo a sua volta querela contro quest'ultimo. Azione che la Lamanna si sarebbe volentieri risparmiata ma, quando sei tirato in ballo, devi ballare.

Il Sig. Mezzatesta, a seguito della controquerela  della Lamanna, ha subito una condanna penale ed il pagamento di un'ammenda ed è attualmente impegnato in un procedimento penale a suo carico, proprio a causa di quelle ripetute offese alla Lamanna per le quali è stato già condannato.

Oggi Federcontribuenti Italia comunica al C16NO che il Sig. Mezzatesta ha intimato la rimozione dell'articolo di cui sopra. In mancanza, il sig. Mezzatesta procederà come per legge nei confronti di Federcontribuenti.
Così come Federcontribuenti è vicina al C16NO, allo stesso modo il C16NO esprime totale solidarietà a Federcontribuenti Italia.
Il Sig. Mezzatesta sarà giudicato in un regolare processo.
Non resta quindi che armarsi di pazienza ed attendere l'esito dello stesso, certi che, questa incresciosa querelle, poteva essere evitata.
Le offese sul social netwoek fb sono all'ordine del giorno. 
Si potrebbe parlare, anche animatamente, ma poi chiarire ed andare oltre.
Ma quando si va per le vie legali, con l'intento di vendicarsi o denigrare qualcuno, si dovrebbe anche tenere in conto che tutto potrebbe anche ritorcersi contro, come un boomerang.
Noi non aggiungiamo nulla ad una vicenda che ha già visto il Sig. Mezzatesta condannato e oggi costretto a difendersi, se non un semplice invito a tutti: se offendete, e può capitare a tutti,  scusatevi. Se venite offesi, lasciate perdere.
Abbiamo problemi ben più seri da affrontare che non intasare inutilmente le aule dei tribunali.

Nessun commento:

Posta un commento